Educare a una CORRETTA GESTIONE DEL BILANCIO FAMILIARE significa da un lato fornire strumenti utili che consentano una pianificazione consapevole delle entrate e delle uscite e dall'altro promuovere una riflessione sulle proprie abitudini e sulle opportunità di cambiamento di stili di vita.

I percorsi di educazione alla gestione del bilancio familiare si espletano in diverse forme: corsi, gestione di gruppi, supporto individuale, formazione a soggetti intermedi del territorio, serate informative etc.

I temi trattati sono i più vari: pianificazione del budget, corretta gestione delle utenze, conoscenza degli strumenti finanziari, buone regole quando ci si reca al supermercato, adeguata spesa alimentare, capacità di leggere alcuni documenti (locazione, buste paga, utenze, cartelle equitalia, c/c, etc), educazione dei figli all'uso del denaro, buone pratiche di economia non monetaria, conoscenza delle opportunità di risparmio, eccetera.

I percorsi individuali durano diversi mesi e sono tarati sulla base delle specificità dell'utenza, di concerto con il servizio sociale o i servizi specialistici.

La formazione a gruppi è pensata sui diversi target di riferimento che possono essere richiedenti asilo, gruppi di genitori, utenti del servizio sociale e/o della caritas, giovani, etc.